Storia

Alfonso Della Corte, giovane fotografo di reportage, viaggia in Malawi da diversi anni. Attento ad alcune problematiche, in uno ei suoi primi viaggi in terra africana, scopre l’albinismo e, nel 2017, decide di partire per approfondire. Dedica, per circa otto mesi, la sua attenzione ad ogni villaggio visitato. Il suo viaggio diventa missione quando nel Paese, durante la sua permanenza, sei persone con albinismo perdono la vita in circostanze innaturali. Come se ciò non bastasse, constata che le persone albine hanno un’aspettativa di vita al di sotto dei trent’anni a causa di melanomi. Nasce così, in cuor suo, l’idea di fare qualcosa per loro, un’idea che si concretizza in fatti realizzando un libro per raccogliere proventi  e fondando, nel maggio 2019, un’associazione E.T.S. no profit  con lo scopo di salvaguardare i diritti umani delle persone con albinismo in Africa. Africa Bianca, così dal titolo del libro prende il nome l’associazione, è il risultato di questo impegno che si prefigge di dar voce e speranza agli ultimi fra gli ultimi?